Il Museo Antoine de Saint-Exupéry

Perchè il Museo Antoine de Saint-Exupéry in Sardegna, a Alghero?

Parto da una citazione del capolavoro “Il Piccolo Principe”:

“Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre io comincerò a essere felice.”

E’ questa la sensazione che iniziai a provare quando decisi di visitare il M.A.S.E. – Museo Antoine de Saint-Exupéry a Alghero.

Sui social mi incuriosivano le foto e volevo capire cosa legava questo autore alla Sardegna.

Così, complici una bella giornata che stranamente coincideva con il mio giovedì libero, con Lola abbiamo visitato questo bel museo.

Che ve lo dico a fare? Il M.A.S.E. è già nel nostro viaggio a sei zampe!

Il M.A.S.E. è allestito all’interno della Torre Nuova, nella località Porto Conte, immersa nei blu del nostro fantastico mare.

Pitture, foto, reperti, libri e un supporto didascalico mai pesante e mai scontato, hanno reso questa esperienza davvero molto interessante.

Il Direttore è un sognatore, come noi, come Saint – Exupéry, come chiunque ha seguito i suoi sogni e le sue aspirazioni.

Ci troviamo subito immersi nei pensieri dell’autore, un grande pilota che, nonostante la malattia (di cui parlava proprio pochissimo), nonostante la sua età (che non gli permetteva di pilotare ancora), è riuscito a arrivare qui, a Alghero, con un corpo americano.

Sorvolava i nostri cieli, sempre con taccuino e matita, un uomo che si divertiva e che aveva addirittura donato una copia del Piccolo Principe (l’unica che aveva portato con se) a una famiglia algherese,

l’unica che parlava francese!

Un percorso espositivo di valore, mai scontato.

Il Museo Antoine de Saint-Exupéry – interni

Racconta dello scrittore come non ce lo saremo mai immaginati

caparbio, simpatico e un pò testardo, innamorato,

…in Sardegna per coltivare i suoi sogni.

Noi ne siamo rimaste davvero affascinate.

Il Direttore, Massimiliano Fois, ci ha raccontato la nascita del Museo…

“Sì, il Museo è come un sogno…

Per anni, e ancora lo faccio, mi sono occupato di narrativa, poesia e
saggistica; per l’ultima, negli ultimi tempi, mi sono focalizzato soprattutto sui passaggi di personaggi illustri ad Alghero, e tra questi il nostro Antoine. Ho iniziato le ricerche nei primi anni del 2000 e oggi, a distanza di tanto tempo, il tutto è uno splendido Museo in una torre del 1572 sulla
Baia delle Ninfe, con l’allestimento a cura della Dott.ssa Carla Fois.

I testi del museo fanno parte di una mia pubblicazione “Pizzicaluna a l’Alguer. Antoine de Saint-Exupéry ad Alghero” – Edizioni Nemapress – arrivato già alla terza ristampa.

Sì, forse anche io sono un sognatore, come Tonio (così chiamavano Saint-Exupéry gli amici) perchè da tempo, pur dopo aver fatto tanti lavori,
ho deciso caparbiamente di occuparmi solo di cultura… Un pazzo penserete, forse sì… ma le passioni vanno coltivate con la perseveranza.”

Avete capito, ora, perché anche lui è un sognatore?

Prima di lasciarvi alla nostra gallery, qualche dato tecnico:

FB: https://www.facebook.com/parcodiportoconte

IG: https://www.instagram.com/explore/locations/261470044/parco-naturale-regionale-di-porto-conte/

Sito: https://www.algheroparks.it/vivi-i-parchi/museo-antoine-de-saint-exup%C3%A9ry/

e un piccolo consiglio: noi, per essere sicuri di poter visitare al meglio il M.A.S.E. abbiamo prenotato!

Ah, non dimenticatevi la mascherina!

Beh, si ora arrivano le foto ma ricordatevi – e ricordiamoci – una delle grandi frasi del Piccolo Principe:

Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre io comincerò a essere felice.

io la adoro, come amo quella sensazione di felicità che provo quando aspetto qualcosa (o qualcuno) speciale!

Autore dell'articolo: damadelg