Samugheo

Oggi voglio raccontarvi un ricordo di una delle innumerevoli escursioni che io e Lola co – organizziamo con Bimboinspalla (http://bimboinspalla.com/). Era da un po’ di tempo che ci solleticava l’idea del Barigadu e l’occasione ideale si è presentata per la mostra Su Tessingiu – Mostra dell’Artigianato, giunta ormai alla sua 49a edizione.

Cosa non potevamo perderci? Allora innanzitutto colazione al bar, visita di almeno un laboratorio tessile artigianale, centro storico e ovviamente mostra e Museo Murats, senza dimenticarci una meta fondamentale: il pranzo. Già, perché i nostri itinerati #familytravel e #petfriendly, vogliono valorizzare l’arte nel suo contesto, vogliono conoscere cultura e tradizioni e… non può mancare la conoscenza della tradizione enogastronomica del territorio.

Samugheo per me è tessitura, un’arte antica, nata già in epoca neolitica, insita in ogni abitante; per me è avvolta nella sua area mistica, forse perché mi ricorda una figura importante e fondamentale della mia famiglia.

Da quel che ho capito, più o meno tutti, senza distinzione di genere, conoscono i rudimenti di questo mestiere perché “non si sa mai” e poi “a casa si fa da quando ero piccolo/a”. Così, dopo una ricca colazione nel bar di Piazza San Sebastiano, abbiamo visitato il laboratorio tessile di Isabella Frongia che si trova proprio lì vicino.. in effetti ci ha accolto nella sua casa dove sua madre, una signora di oltre 80 anni, tesseva davanti a noi con il tradizionale telaio in legno.

Mani esperte che si muovono con arte nel telaio tradizionale
Mani esperte che si muovono con arte nel telaio tradizionale
Isabella Frongia tra i telai e i suoi manifatti
Isabella Frongia tra i telai e i suoi manifatti

Su per delle scale, ci ha introdotto tra i macchinari e i suoi manufatti. Isabella ci ha spiegato la tradizione che li lega alla tessitura da sempre, una tradizione diventata passione e lavoro. Sicuramente non sarò stata  la prima e né sarò l’ultima a ammirare queste vere opere d’arte.. pensare che trame e ordito, colorati o in bianco e nero, vengono intrecciati abilmente e creano simboli piuttosto che scene di vita quotidiana, una sorta di estratto del contesto in cui vengono realizzati, fa riflettere su quanta attenzione e spirito di osservazione ha una tessitrice (e qui mi vanto un po’ se penso ai manufatti che ci hanno tramandato mie nonne!).

Isabella Frongia tra i telai e i suoi manifatti - con Lola, Michele e Alessia
Isabella Frongia tra i telai e i suoi manifatti – con Lola, Michele e Alessia

Dal laboratorio tessile a alla mostra, il filo conduttore è l’arte sarda.. con un pizzico di sublime contemporaneità: ecco la mia considerazione sulla mostra Su Tessingiu! Arte e design, artigianato e invenzione, tra presente e passato proiettati al futuro, ma.. le mie emozioni su questa mostra in un post dedicato esclusivamente all’arte sarda secondo gli occhi dei miei conterranei, tra Samugheo e Mogoro!

Ovviamente il Murats, per me storico dell’arte e appassionata di arte e identità sarda, non poteva assolutamente passare inosservato. Nessuna documentazione fotografica ma garantisco che vale assolutamente la pena saltare in macchina e visitare questo museo. Cosa ho visto nelle sale permanente? La tradizione della tessitura nel tempo, nelle varie fasi della vita e dell’anno; i tessuti e il loro stato di conservazione (eccezionalmente ben conservati.. ci sapevano fare!) e poi una piccola raccolta degli strumenti tradizionali utilizzati per la lavorazione di lino e lana, locali, prima della tessitura.

Non potevo non notare la qualità dell’allestimento! Credo che una caratteristica vincente di questo museo sia la possibilità, per tutti gli ospiti, di non essere investiti da un’infinità di opere esposte ma, al contrario poter vedere nel dettaglio quelle presenti, quasi un viaggio in 3D di ogni manufatto, accompagnati dall’esauriente guida museale.

Dimenticavo.. per pranzo?? Trattoria da Bittu con menù turistici a base di piatti tradizionali e, non di poco conto, Lola poteva entrare MA si è accucciata accanto a me durante tutto il pranzo, così da non disturbare gli altri in sala e non essere di intralcio a camerieri e ospiti!

Articolo creato 90

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto