Sassari – Monte d’Accoddi

Cos’è? Perché? Quando? Domande che mi sono posta quando mi è arrivata la chiamata di bimboinspalla: “che ne dici di organizzare una visita a Monte d’Accoddi?”

dsc09784
Lola al nostro arrivo

Innanzitutto iniziamo con un WOW! Si, credo di non essere riuscita a trattenere la mia meraviglia, un altare che sovrasta il panorama, così imponente e semplicemente unico nel Mediterraneo! Grazie all’archeologa che ha accompagnato la nostra visita, mi sono sentita presa per mano per saltare indietro nella storia dell’epoca prenuragica.

“Correva l’anno..1952” quando Antonio Segni segnala allo studioso Ercole Contu un’area, una “collina di pietre”, per iniziare scavi e indagare sulla sua natura. Sinceramente credo che neanche loro avessero idea del grande tesoro ben conservato sotto quella collina, ritrovamenti che vanno dalla Cultura di Ozieri (ca 3200 -2800 a.C.)  sino alla Cultura di Bonnannaro (ca 1800 a.C.) – insomma dal Neolitico all’Eneolitico ma in Sardegna le varie epoche sono delineate da nomi che individuano le località dove sono state rinvenute le testimonianze più importanti!

Partiamo da quello che vediamo: un altare che forse raggiungeva i 9m di altezza, non simmetrico perché a est presenta una parte crollata (o meglio, non ricostruita per testimoniare lo stato di fatto al momento del ritrovamento), mentre a ovest conserva ancora dei gradoni in calcare (ricorda le famose ziqqurat della Mesopotamia?). Sempre a est una capanna “dello Stregone”, con diverse stanze, a simboleggiare, forse il ruolo che questa figura ricopriva nel villaggio. Per arrivare all’altare una imponente rampa di “soli” 42m.

la capanna dello Stregone
la capanna dello Stregone
La capanna dello Stregone
La capanna dello Stregone

Prima di salire, due pietre sferiche lavorate, rinvenute nel campo attiguo, di diverse dimensioni, forse a simboleggiare il culto del sole e quello della luna (sempre il binomio del culto maschile e femminile). Qui non poteva mancare una foto di rito della mia socia, che non è tanto vanitosa ma sa che ogni suo profilo è sempre il migliore!!

Lola e Bimboinspalla tra le due pietre sferiche
Lola e Bimboinspalla tra le due pietre sferiche

Torniamo alla nostra storia: cosa si trova sotto l’altare? Un altro altare! Si, una sorta di matriosca tutta sarda. Ci han spiegato che la struttura sottostante, molto più piccola (forse raggiungeva i 5m), aveva una terrazza quadrangolare con la superficie in ocra rossa (ecco spiegato perché viene chiamato “Tempio Rosso”) e una rampa di 25m (questa struttura non è visitabile ma monitorata dagli esperti tramite una botola in legno).

Continuando a viaggiare nella stratificazione di Monte d’Accoddi, si arriva al 3500 a.C. con ritrovamenti di capanne ovali, passando per uno strato intermedio di fondamenta quadrangolari.  Siamo giunti all’epoca del megalitismo e qui non mancano menhir, anche di 4,4m, che rappresentano il culto maschile, e altri dedicati al culto della dea madre.

Ecco il menhir che si affianca alla rampa
Ecco il menhir che si affianca alla rampa

Perché questa zona è stata teatro di questa assidua frequentazione? Per rispondere a questa domanda, vi consiglio di seguire il consiglio di Lola: salite sulla terrazza e guardatevi intorno. Noterete che la veduta è ampia e nitida, fitta vegetazione nasconde importanti corsi d’acqua, fonte di sopravvivenza e sostentamento che garantiva un insediamento stabile, con un po’ di attenzione si vedono altre strutture megalitiche ben conservate nei campi circostanti. Insomma un luogo importante e strategico per non essere utilizzato.

Lola sulla terrazza
Lola sulla terrazza

E Lola? Potete vedere dalle foto quanto è a suo agio? Ci ha seguito in tutto il percorso e non si è allontanata; in caso dell’arrivo di altri turisti, per evitare che disturbasse, avevo il guinzaglio con me! E’ sempre meglio prevenire inconvenienti, che ne dite?

 

Per ulteriori info sul Monte d’Accoddi, ecco il link: http://turismosassari.comune.sassari.it/index.php?lang=it

 

Dove mangiare? vi consiglio decisamente http://www.ristoranteultimopiano.com/

 

Articolo creato 90

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto