Alyssa – Gisella Mura

Descrivere questa splendida tela di Gisella Mura è quasi una sfida con me stessa. Un’opera che da una parte immortala la bellezza della protagonista del romanzo di Diego Brughitta, dall’altra racchiude e sintetizza abilmente stili neoclassico, pop e bizantino (Ilaria Giacobbi – 2016)!

Ecco, non voglio scrivere la solita critica d’arte, ma voglio raccontarvi cosa vedo io. La pittrice utilizza fondamentalmente 3 colori (rosso, bianco e nero) per dipingere una bellissima fanciulla in età adolescenziale.. Diego con la scrittura ci parla di una ragazza appena diciottenne, occhi chiari, sguardo intenso, bella, anzi bellissima; Gisella la rappresenta egregiamente. Una caratteristica che mi piace mettere in evidenza è il colore che usa per l’incarnato: un color marmo, come a rendere su tela la resa marmorea di una statua classica (ecco perché ricorda lo stile neoclassico!), perfetta per antonomasia. E poi in basso una piuma, gli altri protagonisti del romanzo: Angeli e Caduti insieme, chi a proteggere e chi a ricercare il Contenitore. Qui la pittrice, con un unico e universale simbolo rappresenta entrambe le entità, una leggerissima piuma che sembra accarezzare (o forse no) il viso gentile di Alyssa. Insomma, credo che questa pittura, a dir poco eccezionale, sia un tributo al romanzo in quanto riesce a sintetizzare i tre elementi, filo conduttore dalla prima all’ultima pagina. Ma come storico dell’arte, è arte come efficace mezzo di comunicazione.. un occhio attento può cogliere l’uso del 3D, il tratto veloce e ricercato di una pittura a effetto che esce dalla tela e si fa osservare nella sua bellezza e interezza, perché, e di questo ne sono convintissima, ognuno di noi può scrivere interi volumi sull’arte e sugli stili, ma nessuno può metter nero su bianco l’emozione che un’opera d’arte, la pittura in questo caso, riesce a trasmettere.

Ringrazio Gisella Mura per avermi permesso di conoscere la sua arte e Diego Brughitta, proprietario dell’opera e scrittore a cui si è ispirata la pittrice, per la gentile concessione della stessa.

14585370_974244082685513_736430652_n
Alyssa – Gisella Mura

Autore dell'articolo: damadelg